QUI IL RISCONTRO DEL PRAP.

 

Egregio Provveditore,

Dall’articolazione territoriale di Livorno di questa Organizzazione Sindacale, pervengono numerose segnalazioni riguardo alle difficoltà legate all’efficienza delle camere di sicurezza nel palazzo di giustizia, per una serie di problematiche più volte evidenziante dal personale a chi di competenza.

Inoltre, il personale del N.T.P. di Livorno evidenzia la scarsità delle condizioni igieniche e di salubrità degli ambienti, laddove è costretto a tenere il detenuto traducendo ricorrendo anche a espedienti di fortuna.

Sempre riguardo al Tribunale della città Livornese, si può riferire anche sulla difficoltà di assolvere al servizio di scorta all’interno del palazzo labronico, dove la scorta deve percorrere un corridoio reso angusto da accumuli di cartoni contenenti fascicoli e da residui di materiale di risulta di ogni genere che lo rendono “insicuro” sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza nonché poco salubre per l’essere umano.

Non per ultimo, facciamo notare che il parcheggio adiacente all’ingresso del Palazzo di Giustizia tra l’altro riservato agli automezzi della Polizia Penitenziaria, spesso è occupato da altri veicoli e ciò impone alla scorta di prolungare il tragitto a piedi, che di conseguenza inficia le condizioni di sicurezza, ovviamente su tale ultimo punto manca sostanzialmente il controllo e l’applicazione delle sanzione a cura dell’amministrazione.

Alla luce di quanto esposto, si chiedono interventi immediati in modo che siano ripristinate le misure di sicurezza necessarie per l’assolvimento del mandato istituzionale e le condizioni igieniche sanitarie a tutela della salute dei dipendenti.

In attesa di un cortese urgente riscontro, cordiali saluti.