QUI IL RISCONTRO DEL PRAP.

 

Gentilissimo Provveditore

questa organizzazione sindacale vuole informarla di una sacrificante attività lavorativa svolta dal personale dei nuclei traduzione di Firenze, Perugia, Siena e Arezzo che li ha visti impegnati per 24 ore consecutive di lavoro nelle giornate di sabato e domenica 11 e 12 maggio 2019.

Tutto il personale infatti è stato impegnato in due giorni no-stop di lavoro traducendo 22 detenuti ristretti presso gli istituti di Firenze, Perugia, Siena e Arezzo, affinché fossero presenti all’udienza di convalida di arresto davanti al giudice del tribunale di Arezzo Dr. Pergiorgio Ponticelli.

Lo stesso GIP sembrerebbe che abbia voluto ringraziare tutto il personale di Polizia Penitenziaria che dalle ore 9.00 di sabato mattina fino alle ore 5.00 di domenica mattina, ha saputo prestare senza sosta alcunaun’attività lavorativa del tutto eccezionale considerando la durata e il numero degli imputati presenti all’udienza.

Siamo convinti, signor Provveditore, che proprio in questi momenti eccezionali gli uomini della Polizia Penitenziaria sanno dare il massimo di loro stessi, dimostrando grande professionalità, senso del dovere e spirito di abnegazione, doti queste che come vede non passano inosservate anche agli occhi della magistratura.

Le chiediamo quindi quale Dirigente Generale, di valutare un elogi a tutto il personale che ha prestato la propria attività lavorativa nel servizio suddetto, facendo sentire cosi il suo personale compiacimento e quellodell’amministrazione tutta.

Ringraziandola dell’attenzione alla presente, si porgono cordiali saluti.