!!! IN ALLEGATO NOTE DEL PRAP !!!

 

La scrivente Organizzazione Sindacale, è stata informata in data odierna della sua nota n°20499.I^ con la quale Ella invita tutte le direzioni ad attenersi alla corresponsione dell’indennità in oggetto con i criteri indicati nelle circolari n°248866 del 11.07.2014 e numero 34052 del 30.01.2015.

Non si comprende il motivo per cui Ella ha voluto riesumare, attraverso quesiti sfavorenti, argomentazioni su materie contrattuali ampiamente discusse e risolte definitivamente negli anni passati attraverso vari tavoli di confronto che hanno eliminato tutti i dubbi interpretativi che nel corso degli anni scorsi zelanti direzioni e PRAP hanno frapposto al sacrosanto diritto del personale a vedersi riconosciuta l’attribuzione dell’indennità di cui all’oggetto.

In realtà la stessa nota GDAP 0146755.U del 09.05.2019 indica solo considerazioni di carattere generale già note.

Infatti, la questione riguardante l’indennità per i servizi esterni fu condivisa sia con le direzioni che con tutte le OO.SS. nel 2015 e definita attraverso la direttiva PRAP Toscana numero 4650.2 del 02.02.2015, nella quale il Dirigente Generale dell’epoca, disciplinava che la suddetta indennità vada corrisposta a qualsiasi titolo a tutto il personale di polizia penitenziaria impiegato all’interno dei muri di cinta degli istituti nonché a tutto il personale prestante attività lavorativa nei nuclei traduzioni e piantonamenti, sgombrando così il campo da qualsiasi dubbio interpretativo.

Ciò detto, la invitiamo a sospendere la nota n°20499.I^ trasmessa alle direzioni in data odierna, onde evitare ulteriori e singole interpretazioni confusionarie sulla materia, che andrebbero a danneggiare il personale sotto il profilo economico.

In attesa si porgono cordiali saluti.

Allegati:
Scarica questo file (CCE14052019_00000.pdf)CCE14052019_00000.pdf[ ]765 kB
Scarica questo file (Presenza esterna ntp.pdf)Presenza esterna ntp.pdf[ ]113 kB